il NUOVO CAFFE' | Spero in un 2015 più colorato e gentile
2950
single,single-post,postid-2950,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,boxed,,qode-theme-ver-10.1.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Spero in un 2015 più colorato e gentile

Spero in un 2015 più colorato e gentile

 All’inizio del 2014, mi sono detta: “Quest’anno dovrebbe essere interessante”. Beh, mi sbagliavo. La parola “interessante” non era una parola appropriata per descrivere il 2014, anche se è stata concepita con sarcasmo. Perché alla fine si spera sempre in meglio, dopo tanto rumore e promesse fatte… Guardando indietro agli eventi che si sono verificati quest’anno, la migliore parola che viene in mente è “fallimento”.’’ L’evento’’ più vicino che mi viene in mente è  la ruota panoramica in Piazza San Secondo, ogni volta che passo di là, mi da tristezza, non per il fatto che la piazzetta è troppo piccola, né per il fato che imbrutisce molto la piazza, neanche per il  fatto che vedo sempre sopra al massimo due o tre bambini, ma la cosa che mi  impaurisce di più è la visione di chi ha avuto questa brillante idea, perché sono loro che dirigono la città, e finiremo come quella ruota che gira in silenzio, vuota e ingombrante…   

 Le persone sono sempre state incuriosite di ciò che il futuro sarà . Le risposte sono molto semplici e qui le avete per i prossimi anni.

Per essere in grado di capire il futuro, è necessario conoscere il passato. Quello che ci ha portato al punto in cui siamo oggi e’ cosa è cambiato lungo la strada. Io direi niente, perché noi come cittadini non siamo mai coerenti, non sappiamo valutare le persone e abbiamo la memoria corta.  Prima di lamentarsi c’é bisogno di saper cosa vogliamo, la risposta non arriva mai dalle lamentele, ma dalla certezza del desiderio… Che futuro vogliamo?

 Predire il futuro è importante per due motivi; prima abbiamo bisogno di iniziare a pensare che tipo di futuro  vorremmo per noi stessi e per passare alla generazione successiva, e quindi abbiamo bisogno di sapere quali decisioni dobbiamo prendere oggi che daranno i migliori risultati in futuro….Io sono straniera e amo questa città che mi ha accolto molto bene e spero in un futuro migliore, in armonia e condivisione con le persone e l’ambiente… manca il lavoro, lo so, ed è molto importante nella vita di una persona, perché senza non hai dignità, non ti senti utile, ogni giornata passata è pesante, ma questa questione dolente nei tempi che viviamo oggi la dobbiamo risolvere insieme, ogni idea è importante, basta che ogni cittadino si senta parte integrante della città perché in realtà lo è veramente, ma bisogna proprio sentirlo dentro.

Un giorno passeggiando  stavo sognando ad occhi aperti, il pensiero di fiori e alberi che mancano nella citta mi  hanno veramente ispirato:  Mi ritrovo a vagare per le strade di Asti,  a gravitare verso buoni odori.. Anche se la primavera è lontana pensavo è bello tutto questo verde invernale,   Penso che sia importante fermarsi un attimo per realizzare tutta la meraviglia che la vita ha da offrire.  Poi mi sono seduta su una panchina sotto i bellissimi alberi in fiore viola nel parco, solo per di godermi la vita e per ammirare come la natura è in armonia con questa città. Infine, mi sono trovata in giardino degli uccelli,  è come il mio piccolo giardino segreto. E ‘pieno di vita con uccellini che cinguettano e danzano tra gli alberi. C’è un salice piangente bellissimo e un albero di pino. E ‘assolutamente meraviglioso. Mi sento come se piccole fatine ballassero intorno a me. Io vivo per le piccole cose,  anche se è solo per pochi minuti.


MERGO un 2015 colorato